A rischio gli aumenti e le fasce nel comparto sanità: interrotte le trattative in Apran per abbandono del tavolo di due sindacati:  Nursing up e Uil.

Le motivazioni dell’abbandono improvviso non sono state nemmeno esplicitate al tavolo e questo, oltre a farci pensare che si tratti di strategie fini a se stesse, ci preoccupa perchè non abbiamo avuto la possibilità di entrare nel merito dell’accordo che, ricordiamo, è un accordo stralcio per la definizione ed erogazione della parte economica più qualche norma. La parte giuridica più impattante sarà discussa successivamente. Sul piatto a disposizione per il triennio 2016/18 ci sono circa 14,1 milioni che avrebbero consentito al personale del comparto una fascia economica per tutti coloro che hanno i requisiti, oltre ad un aumento tabellare di circa il 3%. Volendo fare un parallelo con il comparto autonomie locali potremmo dire che tra tabellare e fasce i lavoratori percepiranno le stesse somme ( i dipendenti che acquisiscono le fasce sono in percentuale molti di più) .

Il fatto di non essere riusciti a proseguire nella trattativa è grave perché, per effetto delle norme sulla contabilità, si rischia che 5.917.000 euro non impegnati vadano in economie di gestione, senza possibilità di recuperarli. Per  Fenalt, Cgil e Cisl la trattativa deve proseguire per trovare le soluzioni a problematiche che aspettano risposte da oltre sette anni.