Trento, 7 settembre 2017 – Dal 2018 le donne che lavorano nel settore privato andranno in pensione alla stessa età degli uomini: 66 anni e sette mesi. Un anno dopo rispetto a oggi: sarà l’età per la pensione più alta in Europa. Lo scatto era previsto dalla riforma Fornero, che nel 2011 ha alzato l’età della pensione per tutti fissando anche le tappe per la progressiva unificazione dei requisiti tra uomini e donne, già raggiunta due anni fa dai dipendenti della pubblica amministrazione nazionale. Ma il tema è caldo e i lavori sono in corso per provare ad ammorbidire anche questo colpo. Mentre sembra ormai definito il pacchetto della pensione di base da 660 euro per i giovani che hanno cominciato a lavorare dopo il 1995.