Trento, 28 settembre 2017 –  Si preannuncia un autunno caldo sul fronte dei rinnovi contrattuali in provincia di Trento. Paolo Nicoletti, direttore generale di Piazza Dante, ha inviato in questi giorni alle organizzazioni sindacali una lettera in cui si dichiara che in applicazione della legge del 2014 l’Amministrazione bloccherà dal 31 dicembre 2017 i rinnovi dei contratti integrativi di secondo livello per 12 enti strumentali (Itea, Trentino Marketing, Trentino Sviluppo etc… esclusa Trentino Trasporti) e 700 dipendenti. Una lettera ultimatum che lascia pochi mesi ai sindacati per ragionare su un contratto unico che naturalmente, come tutte le soluzioni lineari, scontenterà molti. Le organizzazioni sindacali minacciano lo scontro.