Trento, 1 febbraio 2018 – Istat-Eurostat hanno rilasciato ieri l’aggiornamento sull’occupazione nel Paese. Dopo la crescita registrata negli negli scorsi mesi arriva una nuova frenata per l’occupazione nazionale.  La stima delle persone con un lavoro è calata dello 0,3% (-66 mila), tornando al livello di ottobre. L’Istat rileva che su base annua si conferma l’aumento degli occupati (+0,8%, +173 mila) che riguarda donne e uomini. La crescita si concentra tra i lavoratori a termine (+303 mila) mentre calano gli indipendenti (-105 mila) e in misura minore i permanenti (-25 mila). Cresce anche il numero degli attivi. L’incremento tendenziale dell’occupazione è legato soprattutto agli over50 e in parte agli under25. In difficoltà invece la fascia d’età 24-34anni e 35-49anni. Il tasso di disoccupazione complessivo è in discesa al 10,8% il livello più basso da agosto 2012. L’area Euro è tuttavia ferma all’8,7%.  Complessivamente i contratti in attesa di rinnovo a fine dicembre sono 35 relativi a circa 5,3 milioni di dipendenti (41,3%) invariati rispetto al mese precedente.