Trento, 6 febbraio 2018 – Il Sole24Ore oggi in edicola affronta il tema del costo dell’Ape volontario a seguito della prima comunicazione da parte di Abi all’Inps e ai ministeri interessati del tasso di partenza per il primo bimestre di erogazione dell’anticipo finanziario. “È un buon avvio – ha affermato Stefano Patriarca, del team economico della Presidenza del Consiglio – chi prenderà l’Ape nei fatti pagherà di interessi solo l’ 1,47% in quanto metà di questo onere sarà restituito dall’apposita detrazione fiscale. E anche il premio di assicurazione sarà dimezzato dal bonus fiscale. In definitiva – ha proseguito – il Taeg effettivo comprensivo di tutti i costi sarà del 3,3% fisso per 20 anni, di gran lunga inferiore a qualsiasi forma di credito al consumo e i costi incideranno effettivamente sulla pensione per l’1,6% per ogni anno di anticipo”. Il Tan verrà aggiornato da Abi ogni bimestre. Prevista anche la possibilità di estinguere anticipatamente il finanziamento con un indennizzo pari all’1% dell’importo rimborsato in anticipo.