Trento, 9 febbraio 2018 – In Trentino è in aumento la percentuale di popolazione a rischio di povertà ed esclusione sociale. Lo dicono i dati Istat-Eurostat. Nel 2013 tale percentuale era pari al 13,2%,  mentre nel 2017 è salita al preoccupante livello del 23,5%. In Italia la media della popolazione a rischio povertà è pari al 30% con punte allarmanti al Sud. La Lombardia invece è al 19,7%, il Nord-Est al 17,1%. Brilla la provincia di Bolzano dove in quattro anni la fascia della popolazione a rischio povertà è scesa dal 12,4% al 9,6%, uno dei migliori risultati europei. Il dato fatto registrare dal Trentino sottolinea come nonostante la speciale Autonomia del territorio ci sia ancora molto da lavorare sul fronte delle diseguaglianze sociali e sulla difesa dei redditi medio-bassi.