Trento, 5 giugno 2018 – La Giunta provinciale ha varato ieri una deliberazione che consente di regolarizzare la propria posizione ai nuclei familiari che non hanno ancora presentato la domanda di REI (reddito di inclusione) entro tre mesi dalla presentazione di quella di Assegno unico.  Si stima che gli interessati siano meno di un migliaio e che la mancata presentazione sia dovuta alla difficoltà di orientarsi  nel complesso quadro normativo di settore.  Si informa pertanto che i nuclei familiari con Icef inferiore a 0,08 che hanno presentato la domanda di Assegno unico, ma non ancora quella di REI, hanno tempo fino al 31 luglio per presentarla. Le legge prevede infatti che gli aventi diritto all’Assegno unico provinciale devono presentare domanda anche per il Reddito di inclusione nazionale. Percepiranno infatti l’ammontare previsto in sede nazionale e l’aggiunta resa disponibile a livello provinciale fino al raggiungimento dell’ammontare stabilito come misura di contrasto alla povertà.