Trento, 20 settembre 2018 – Secondo i dati diffusi nei giorni scorsi dall’Istat nel secondo trimestre del 2018 la disoccupazione in provincia di Trento è scesa dal 5,6 al 5% su base annua. Nello stesso periodo quella in provincia di Bolzano è ferma al 3,3%. A livello nazionale la disoccupazione è ferma al 10,7%. In Alto Adige gli occupati sono 252.000, il 72,5% sul totale delle persone fra i 15 e i 64 anni. In Trentino sono invece 236.000, con un tasso di occupazione al 67,2%. Le due province hanno andamenti opposti per quanto riguarda la differenza di genere: l’occupazione maschile in Alto Adige cala da 79,3% a 78,7% in un anno, quella femminile invece sale dal 65,5 al 66,2%. In Trentino il tasso di occupazione per gli uomini è al 74,7, con un incremento del 2,2%; per le donne è del 59,7%, con una diminuzione del 2,5%. Lo stesso andamento si riscontra anche sul fronte del tasso di disoccupazione: rispetto a settembre 2017 in Trentino la disoccupazione maschile è pari al 4,3% (-1,8%) mentre per le donne è del 5,9% (+0,8%). Bolzano invece ha un tasso maschile in crescita dal 2,4 al 3,3%, mentre quell femminile cala dal 4,4% al 3,4%. Le persone in cerca di un’ occupazione in Alto Adige sono 8.600 (cento in meno rispetto a un anno fa), mentre in Trentino sono 12.400, 1.500 in meno rispetto a un anno fa, grazie in particolare alla diminuzione di 2.300 unità dei maschi.