Trento, 2 febbraio 2019 – Buone notizie sul versante della sicurezza sul lavoro in Trentino. Il 2018, infatti,  non ha fatto segnare aumenti degli incidenti, anzi un piccolo calo:  al netto degli infortuni degli studenti (circa 500 casi),  le denunce sono state circa 8200 contro le circa 8300 del 2017. Nei prossimi mesi bisognerà prestare molta attenzione ad un settore che sarà particolarmente esposto al rischio di incidenti per effetto di un incremento dell’attività: si tratta del settore forestale che sarà chiamato a liberare i boschi dagli schianti dovuti al maltempo dei mesi scorsi. Per quanto concerne gli altri comparti  i numeri si mantengono sui livelli del 2017, tranne per l’agricoltura dove il 2018 ha fatto registrare 860 casi, circa 100 in più dell’anno prima. Sette gli infortuni mortali nel 2018, come nel 2017, di cui 3 in agricoltura, 2 nell’artigianato e 2 nel terziario.