Trento, 20 febbraio 2019 – Sono stati pubblicati dall’Istat i dati sulla produzione industriale italiana a dicembre 2018 che consentono anche di fare un bilancio sull’andamento del settore nell’intero anno.
Male la domanda interna e non meglio quella estera. Giù i ricavi comprese le previsioni di quelli futuri. Il fatturato industriale italiano di dicembre 2018 è in calo del 3,5% rispetto a quello di novembre, ma segna un – 7,3% rispetto a quello di dicembre 2017. È il primo rosso su base tendenziale da 25 mesi. Gli ordinativi di dicembre calano dell’1,8% rispetto al mese prima e del 5,3% se li si confronta con quelli di dicembre 2017. Pesa su questi risultati la cattiva performance registrata sui mercati esteri: il fatturato sull’estero a dicembre 2018 ha messo a segno solo +2,3%. Male tutti i settori: in particolare autotrasporto, automobili e farmaceutica. Se facciamo un bilancio di tutto il 2018 i numeri sono preoccupanti: l’export 2018 cresce del 3% rispetto al 7,6% del 2017, la produzione industriale passa dal 3,6% allo 0,8%, le vendite dal 5,6% al 2,3%, gli ordini dal 6,3% all’1,9%. Si tratta di cifre che fanno pensare più alla stagnazione che ad un “nuovo boom economico” come aveva detto il vicepresidente del Consiglio, Luigi di Maio.