Trento, 22 aprile 2019 – In attesa dei dati sul PIL  del primo trimestre 2019 che arriveranno il 30 aprile, l’Istat ha reso disponibili le cifre sull’andamento della produzione industriale di febbraio 2019. Ne emerge un quadro con più ombre che luci. Nel secondo mese dell’anno il fatturato industriale è in progresso dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell’1,3% su base annua (febbraio 2018). Rispetto a dicembre 2018 quando il calo è stato di oltre sette punti, i segnali sono timidamente positivi, ma il passo è in evidente decelerazione rispetto a quanto accadeva lo scorso anno. Bene macchinari ed attrezzature (+5,5% su base tendeziale, cioè rispetto a febbraio 2018), computer ed elettronica (+5,4%), abbigliamento e tessile (+3,6%) ed anche alimentari e tabacchi (+2%), male i mezzi di trasporto (-5,6%) su cui pesa la crisi del settore auto a livello europeo, la farmaceutica (-3,3%) e la chimica (-3,2).

Passando agli ordinativi di febbraio 2019 che ci consentono in prospettiva di capire come andrà il fatturato futuro, l’Istat registra commesse in calo del 2,9% su base tendenziale, cioè rispetto al febbraio dell’anno scorso. La frenata è determinata soprattutto dal calo della domanda estera. Anche in questo caso a pesare è l’auto in frenata del 4,1%. Quello delle quattro ruote e della sua componentistica è da sempre per il nostro Paese un settore strategico sia in termini di mercato interno sia in termini di filiera rispetto al mercato tedesco. In calo dell’8,4% risultano le commesse nel settore della farmaceutica, del 5% in quello della chimica e del 4,4% in quello dei mezzi di trasporto.

La fragile domanda estera indebolita dalle incertezze di Brexit, dalla minaccia dei dazi, dal rischio delle elezioni europee, dal problema delle omologazioni dei motori rispetto alle sempre più restrittive norme antiinquinamento, si riflette negativamente sull’export del nostro Paese: in questo periodo l’anno scorso il made in Italy cresceva del 6,7% verso il nostro principale sbocco europeo, la Germania, oggi solo del 2,4%.