Trento, 7 luglio 2019 – Nei giorni scorsi il presidente della Giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher, ha annunciato che saranno messi a disposizione 300 milioni di euro per il rinnovo del contratto dei dipendenti del pubblico impiego per il triennio 2019-2021. Più o meno quello che hanno chiesto i sindacati. Preoccupa però il fatto che il presidente abbia annunciato che la Provincia si farà carico di sostenere solo la spesa di 200 milioni di euro; mentre gli altri 100 – per quanto riguarda i lavoratori delle istituzioni non della Provincia – saranno a carico di Comuni, Comunità comprensoriali ed enti strumentali. Fatte tutte le detrazioni, quel che resterà in tasca ai dipendenti sarà intorno ai 160-170 euro al mese, alla fine del triennio. Si tratta di un conto teorico, perché bisognerà  vedere come si intendono ripartire gli  aumenti. La trattativa è aperta.