Trento, 2 agosto 2019 – È allo stallo il tavolo delle trattative per il rinnovo del contratto del pubblico impiego 2019-2021 in provincia di Bolzano. Nell’incontro dei giorni scorsi Alexander Steiner, ex segretario generale della Regione e oggi segretario generale di palazzo Widmann (nella foto), partendo da un tasso di inflazione altoatesino  del 3% sintetizzato nell’indice Ipca e da un incremento della retribuzione base dell’1,8%, ha proposto un aumento del 4,8% sul triennio attingendo ad un fondo di 310milioni di Euro circa previsto in sede di assestamento di bilancio. Contrarie le forze sindacali che chiedono aumenti retroattivi a partire dall’1 gennaio e una diversa distribuzione degli incrementi nell’arco del triennio, con una cifra intorno ai 100-140 Euro già nel 2019. Sono circa 40mila i dipendenti pubblici coinvolti nel rinnovo. Ora la palla è nella metà campo sindacale.