Trento, 3 settembre 2019 – In Trentino sono in crescita gli incidenti mortali sul lavoro. A certificarlo è l’Inail. Nei primi sette mesi dell’anno  i casi di ‘morti bianche’ sono stati 6, il 50% in piu’ dello stesso periodo dello scorso anno: 2 nell’industria, 2 nel terziario, 1 nell’artigianato e 1 in agricoltura. Anche a livello nazionale si è registrato un incremento: i decessi sono stati quasi 600 in tutta Italia con un aumento del 2% rispetto all’analogo periodo del 2018. Sono in calo invece gli incidenti senza conseguenze fatali: da gennaio a luglio in Trentino sono stati 4.749 cioè 81 in meno dello stesso periodo dell’anno scorso (-1,7%). In 3.085 casi sono stati coinvolti uomini, in 1.664 donne. I settori più colpiti sono l’industria con 874 casi, il terziario con oltre 800 casi, l’agricoltura con poco più di 400 casi, l’artigianato con 379  casi. In calo anche le malattie professionali passate dalle 266 dei primi sette mesi del 2018 a 256 dei primi sette mesi 2019.