Trento, 7 settembre 2019 – La Giunta regionale del Trentino-Alto Adige ha approvato ieri la programmazione dei fabbisogni del personale regionale cui è assegnato dal primo gennaio 2018 anche il personale della Giustizia dopo il passaggio di competenza con delega dallo Stato all’ente locale su richiesta delle Province autonome di Trento e Bolzano. Nel prossimo triennio sono previste 126 assunzioni per compensare le numerose uscite per quiescenza degli ultimi anni. Dei nuovi arrivi che saranno assunti sia per concorso sia sfruttando la mobilità fra enti pubblici o attingendo a graduatorie già esistenti, 47 persone saranno assegnate agli uffici centrali della Regione, 14 andranno ad integrare l’organico degli uffici del giudice di pace e le rimanenti 65 correranno in soccorso degli uffici giudiziari operanti a livello regionale.