Trento, 20 novembre 2019 – È giunta l’ora della verità sul rinnovo contrattuale delle Autonomie locali. Oggi ci sarà un incontro con il Presidente Fugatti che promette novita’: domani, 21 novembre ad ore 10  in assemblea generale al Cinema Vittoria,   a bocce ferme, fisseremo i punti principali per proporre una piattaforma comune e azioni unitarie.

Ci spiace che non si sia deciso di fare una assemblea generale di tutti i sindacati, dal momento che su questa partita ci sembra sia facile avere una sintonia con le federazioni del pubblico impiego del Trentino, ma certo l’iniziativa di partire da soli non è stata nostra.

Come al solito c’è scollamento tra federazioni e confederazioni. In commissione bilancio, ovvero al Consiglio Provinciale, infatti le confederazioni hanno chiesto il “minimo”, ovvero l’aumento previsto dall’indice “IPCA” (indice prezzi al consumo armonizzato, previsto nel triennio al 3%), cosa che né le federazioni né noi possiamo accettare. (In fondo trovate il testo ufficiale delle osservazioni in commissione bilancio di ieri, 19 novembre).

Facciamo dunque il punto.

Cosa offre la Giunta: la situazione e’ in movimento, nella bozza si parla di sola vacanza contrattuale e contributi per Sanifonds, ma a seguito della reazione forte (ma purtroppo scomposta) da parte sindacale, Fugatti tiene in serbo delle novità che saranno svelate oggi alle 16.00.

Cosa chiedono i sindacati: premesso che ci risulta di essere l’unico sindacato che ha mandato ancora in giugno una piattaforma in cui si chiedono risorse quantificate sulla base minima della trattativa avanzata in Alto Adige, in Commissione Bilancio Fenalt ha ribadito quanto sostenuto in piattaforma: guardando agli aumenti di Bolzano.

Cosa auspichiamo: confidiamo che ci sia la massima coesione dei sindacati del settore pubblico per un’azione unitaria e che si riesca a fare breccia per avere un rinnovo contrattuale dignitoso, un completo sblocco del turn over e un nuovo ordinamento professionale.

Non disperdiamoci in rivoli!

Maurizio Valentinotti
Segretario generale Fenalt

Per chi volesse approfondire al seguente link è disponibile il testo del comunicato stampa con gli interventi >>>