Trento, 4 dicembre 2019 – Il 2019 ci ha visti impegnati in diverse trattative con Apran per quanto riguarda il personale delle Qualifiche forestali; l’attività sindacale è stata davvero intensa. Si è positivamente conclusa la trattativa sulla definizione dei numeri di dipendenti che hanno diritto alla progressione orizzontale; una questione che si trascinava dal giugno del 2018 cioè da quanto è stato sottoscritto l’accordo specifico sulle progressioni del personale forestale. Purtroppo i tempi tecnici per concludere queste trattative sono sempre lunghi e la maggior parte dei dipendenti vedrà l’aumento retributivo probabilmente nei primi mesi del 2020, ossia dopo tre anni dall’accordo stralcio siglato nel dicembre 2016. È vero che le decorrenze erano state fissate in quella sede e quindi verranno percepiti i relativi arretrati, ma forse è il caso di ragionare seriamente sulla possibilità di ridurre questi “tempi d’attesa”. Va anche detto che nel restante comparto provinciale le progressioni sono state fatte da molto tempo, mentre le Qualifiche forestali, storicamente sono sempre state trattate per ultime. Tuttavia per quanto riguarda le progressioni possiamo ritenerci soddisfatti visto che quasi tutto il personale ha beneficiato di un avanzamento di posizione retributiva.

di Diego Taufer