AUMENTI DI 500 EURO PER I CONSIGLIERI REGIONALI: NO COMMENT

Economia E Lavoro
| 21 ottobre 2020

Trento, 21 ottobre 2020 - Non servono molte parole per descrivere i fatti oggi all'onore delle cronache. Una legge regionale del 2012 - che tutti i movimenti o partiti politici finora si sono ben guardati dall'abrogare o modificare - prevede che l'indennità dei Consiglieri regionali sia adeguata automaticamente all'indice di rivalutazione Istat. Cosa vuol dire? Un aumento di 500 Euro al mese a partire da gennaio. Per i dipendenti della PA non ci sono adeguamenti automatici degli stipendi, ma battaglie contrattuali che durano anni. Per i lavoratori del privato, per gli autonomi e per le piccole imprese ancora peggio: l'unica prospettiva realistica, oggi, di ora in ora sempre più concreta, è quella di un peggioramento della crisi. E' forse demagogia? No, sono solo fatti.

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?