CHIUDIAMO TUTTO: DIMOSTRIAMO CORAGGIO

Sanità
| 21 marzo 2020

Trento, 21 marzo 2020 - In questo periodo in Italia muoiono più di 700 persone al giorno. La gran parte nella vicina Lombardia. La città di Verona sta diventando un focolaio pericoloso anche per il Trentino. Nella nostra provincia morti e contagi crescono ogni giorno e tutti siamo aggrappati alla speranza di vedere un picco, seguito da un declino. Ma per ora questa resta solo una speranza supportata da statistiche la cui validità il Coronavirus ogni giorno mette a dura prova. Intanto la gente si ammala e gli ospedali sono sotto stress. La situazione è drammatica e molti italiani sembrano non averlo ancora capito, mentre i lavoratori sono spaventati e spesso in prima linea contro un nemico invisibile senza le armi veramente adeguate per difendersi. Il Trentino ha sempre dato prova di essere terra di sperimentazione politico-sociale e di saper con coraggio mettere a frutto le opportunità concesse dalla propria autonomia. Facciamolo anche ora. Non aspettiamo che i nostri ospedali arrivino al limite come quelli lombardi. Diamo un esempio ad un Governo nazionale che non riesce a prendere una decisione netta, chiesta gran voce da molti esperti. Molte associazioni di categoria locali hanno ormai maturato la convinzione che per uscire dalla crisi in minor tempo e con forze sufficienti a sostenere una ripresa, occorre una scelta drastica oggi. Molte aziende locali vanno nella stessa direzione. Non diamo al virus la possibilità di camminare libero nelle nostre aziende, nelle nostre strade e di salire sui nostri autobus. Chiudiamo tutto, tranne gli esercizi alimentari, la relativa filiera e i servizi sanitari e di sicurezza. Dimostriamo di avere coraggio politico: questa è l'occasione giusta per farlo. Come Fenalt ci aggreghiamo all'appello rivolto da oltre 240 sindaci della provincia di Bergamo e dai medici della Lombardia al Presidente del Consiglio per chiudere tutto e rivolgiamo lo stesso appello alla Giunta provinciale trentina. Se il Paese ancora attende, non abbiamo noi paura di avere coraggio! Non ha più senso aspettare. L'Europa ci mostra che chi tarda a capire l gravità del problema, commette un errore che costa molte vite umane. Diamo noi per primi un esempio forte a livello nazionale, fermiamoci prima di arrivare all'ecatombe della Lombardia. Aiutiamo le statistiche con fatti concreti. Ormai abbiamo capito che per vincere bisogna essere più inflessibili del virus e che bisogna anticiparlo. Non possiamo procedere più solo con le speranze dei numeri e con gli appelli alla coscienza civica. Non tardiamo ancora a fare un passo che potremmo essere costretti a fare domani a prezzo di altra sofferenza.

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?