CON LA CRISI AUMENTA LA PROPENSIONE AL RISPARMIO DEI TRENTINI

Economia E Lavoro
| 19 dicembre 2020

TRENTO, 19 dicembre 2020 - Forte preoccupazione e propensione al risparmio: è questo l'atteggiamento oggi più diffuso fra i consumatori trentini. A dirlo sono i dati dell'Ufficio studi e ricerche della CCIAA di Trento, presentati ieri nel corso di una conferenza stampa online: secondo il 52,8% del campione intervistato è opportuno rinviare le decisioni di acquisto a momenti migliori, mentre secondo il 52% l'economia trentina nei prossimi mesi non migliorerà. Sono questi gli elementi principali che emergono dalla prima edizione dell'indagine sul clima di fiducia dei consumatori trentini, realizzata nel mese di novembre dall'Ente camerale. La crisi prodotta dall'emergenza sanitaria e l'incertezza sulla sua futura evoluzione fissano l'indice generale del clima di fiducia ad un - 20,1% in linea con quello nazionale (-20,4%), ma inferiore di 3 punti rispetto a quello del Nord Est (-17,3) e di 1,3 punti rispetto alla media UE (-18,8%). Mostrano un elevato livello di apprensione anche i giudizi espressi sull'andamento della disoccupazione, tanto che oltre il 50% ritiene che nel prossimo anno crescerà il numero delle persone senza lavoro, e quelli sulla situazione finanziaria familiare, che per il 55% degli intervistati è appena sufficiente a coprire le spese correnti.

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?