IL DIRITTO DI SAPERE: I VERI DATI SUL COVID

Diritti Dei Lavoratori
| 12 novembre 2020

Trento, 12 novembre 2020 - Come fa la politica a chiedere senso di responsabilità ai cittadini, come fa a chiedere di evitare assembramenti in casa e fuori, come fa a chiedere sacrifici se è la prima a mancare di senso di responsabilità verso il corpo civico? Tutti abbiamo il diritto di sapere quanti sono i positivi al Covid nel Paese e sul nostro territorio. Tutti abbiamo il diritto di conoscere i dati veri, tutti abbiamo il diritto di sapere quale livello di rischio corriamo ogni giorno, entrando in un negozio, andando a lavorare, salendo su un autobus. Oggi scopriamo che i tamponi rapidi (antigenici) non vengono contati nei dati ufficiali giornalieri e quindi non vengono resi noti al pubblico (vedi articolo su l'Adige del 12/11/20). Oggi si scopre che i contagi in Trentino fra tamponi molecolari e tamponi rapidi sono stati mediamente 600 al giorno nelle ultime settimane, anzichè i soliti 250 o giù di lì! Che senso ha dire - come dice la PaT - "Non forniamo quel dato perché nessuno ce lo chiede" (citazione dall'articolo de l'Adige di oggi). Non sentite forse la richiesta di trasparenza dei cittadini? Non sentite il grido di lavoratori, dipendenti e autonomi, che chiedono più chiarezza e meno chiacchiere? Non sentite il dovere di responsabilità nei confronti dei cittadini che dalla politica si aspettano notizie affidabili, rispettose della verità sostanziale dei fatti? Non è questione di trincerarsi dietro ad un formalismo burocratico, non è questione di avere un colore o un altro sulla mappa dei contagi, è ben altro che questo! E' questione di senso di responsabilità nei confronti dei cittadini, siano essi lavoratori, pensionati o studenti, che vi hanno dato fiducia e si aspettano che questa non venga tradita, soprattutto quando si parla di salute. E' questione di rispetto del patto etico che esiste fra corpo elettorale e classe politica e che non deve mai venir meno, pena la delegittimazione della stessa politica!

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?