VALENTINOTTI FA IL PUNTO SUL RINNOVO CONTRATTUALE DOPO L'INCONTRO CON FUGATTI

Pat
| 23 ottobre 2020

Trento, 23 ottobre 2020 - Pubblichiamo il punto del nostro Segretario generale sulla situazione del rinnovo contrattuale dei provinciali, dopo l'incontro con Fugatti tenutosi nei giorni scorsi:

Cari Colleghi

ARRIVA LA VACANZA CONTRATTUALE

finalmente ieri il Presidente Fugatti ha incontrato i segretari dei sindacati delle autonomie locali, ma l'incontro ha toccato temi anche degli altri comparti.

In particolare all'ordine del giorno il nostro rinnovo contrattuale: Fugatti ha annunciato che darà la vacanza contrattuale con arretrati, a partire da novembre.

Non è un regalo, è una cosa che ci era dovuta per contratto!

 

RINNOVO CONTRATTUALE CONDIZIONATO DALLE RISORSE

Il Presidente ha poi assicurato che il rinnovo dei nostri contratti "è un tema!" e che si impegnerà a mettere le risorse se e quando il Governo nazionale ci darà assicurazione sui bilanci futuri. Insomma non si è fatto nessun passo avanti: nessun impegno.

I colleghi confederali hanno giustamente richiesto il rispetto dell'accordo che solo loro hanno firmato a gennaio, accordo che il Presidente ha assicurato di rispettare ... se avrà le risorse|

Di fatto quell'accordo ad oggi non è mai stato e non è ancora rispettato, perchè conteneva già in sé il seme della discrezionalità legata alle disponibilità di bilancio. L'unico valore che ha  questo accordo è che se arriveranno le risorse, sarà sicuramente il limite massimo delle risorse che verranno messe a disposizione, indipendentemente dai trattamenti migliori messi in campo in altri ambiti (Stato, Provincia di Bolzano.....),

Sarà già un bel risultato se riusciamo ad arrivarci! quindi saremo costretti anche noi non firmatari a lottare per avere almeno quel minimo di risorse.

Su questo tema, dopo un confronto con gli altri Segretari di CGIL CISL e UIL,  ci prepariamo ad assemblee unitarie e ad eventuali proteste.

 

ORARIO DI LAVORO

Sembra passata la voglia di stravolgere con prepotenza: si parla ora di un percorso condiviso per una riorganizzazione della Pat, anche in considerazione del  ragionamento sul lavoro agile di cui diciamo ora. Questo, credo, grazie alla forte risposta coesa di personale e sindacati!

SMART WORKING: SARA' PROMOSSO IN TUTTE LE REALTA'

Annunciato invece un intervento strutturale per promuovere lo smart working in tutte le realtà trentine, pubbliche e private, come strumento capace di portare tanti vantaggi: risparmio per i datori di lavoro e per i lavoratori, maggior velocità e produttività, aiuti ai negozi di prossimità, meno traffico, miglior possibilità di conciliazione tempi di lavoro e famiglia... e non solo. Ottima cosa direi, e il prossimo passo sarà un'informativa e per quanto riguarda almeno la provincia, ma seguiranno gli altri enti sicuramente, l'apertura di un tavolo dedicato,

BUONI PASTO

Ho chiesto che vengano aumentati i buoni pasto a 7 euro e che vengano resi  cumulabili almeno presso i ristoranti e i bar, per poter far circolare più soldi che dalle tasche dei lavoratori arriverebbero dritti in cassa agli esercizi: per ora non c'è risposta, ma mi è parso che questo tema potrebbe cominciare a far breccia, se non altro per il fatto che aiuterebbe realtà  private in crisi.

Ricordo che per il periodo di lockdown i lavoratori degli enti in cui è usato il buono pasto, se si sono recati al lavoro  o in missione e non hanno usato il buono perchè gli esercizi erano chiusi, hanno diritto ad un rimborso forfettario di 5, 29 euro al giorno.

GIORNI DI FERIE COATTE DEL 2020

Resta ancora aperta la partita di recupero dei giorni di ferie 2020 che alcuni lavoratori si sono visti portar via coattivamente: l'amministrazione ci ha assicurato che opererà il reintegro.

 

PROGRESSIONI

Stanno andando avanti le progressioni del D base, purtroppo evidenziando che il meccanismo non permette di valorizzare specializzazione proprio del personale inserito in contesti molto specialistici, non trovando a volte spazio le materie specifiche. E' un grave problema che evidenzia quanto il meccanismo sia carente. Alcune nostre segnalazioni sono state accolte e dei bandi sono stati modificati ma non tutti i problemi sono risolti. Vediamo cosa possiamo fare.

Intanto abbiamo notato che non ci sono state tante richieste formative, forse perchè in questo periodo è stato possibile prepararsi meglio e forse perchè le nostre iniziative a suo tempo messe in campo sono state sufficienti. 

Comunque resta inteso che invitiamo i lavoratori a segnalarci le esigenze di formazione o quant'altro, perchè quello che possiamo fare lo facciamo!

LAVORI NELLE PROSSIME SETTIMANE

Dovremmo finalmente essere convocati per cominciare a lavorare su qualche tema, perchè dopo una serie di riunioni in apran dedicate a dirci quello che avremmo dovuto fare, forse sarebbe ora di cominciare a fare: sul tavolo ancora la chiusura degli accordi di settore, la modifica dell'Ordinamento professionale e altre questioni di cui vi relazionerò appena ci saranno novità.

UN CORDIALE SALUTO

Maurizio Valentinotti, Segretario generale Fenalt

In allegato la comunicazione da affiggere alle teche sindacali

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?