FENALT REPLICA ALLA LETTERA DI ANTONIO FERRO

Apss
| 16 luglio 2021

TRENTO, 16 luglio 2021 - Paolo Panebianco (in foto), responsabile Fenalt in Apss, replica alla lettera che il neodirettore generale facente funzione Antonio Ferro, ha inviato ai dipendenti dell'Azienda, nella quale si auspica, fra l'altro, che si possa recuperare la buona reputazione di cui l'Apss ha sempre goduto. Commenta Panebianco: "Nell’augurare buon lavoro a Ferro, leggiamo con piacere che si torna a parlare di attenzione al personale e ai rapporti umani. Il vero tesoro della sanità sono i professionisti che ci lavorano. Spero davvero che alle parole seguano i fatti. E c’è un po’ di amarezza nel constatare che c’è stato bisogno di una disgrazia come quella di Sara Pedri per prendere in mano alcune situazioni. Ma non è finita: le responsabilità non sono solo di chi è stato già individuato, ma nella complicità di altri, in altri uffici, anche amministrativi. Spero che chi guiderà il personale possa tornare nel collegio di direzione". Non sarà un compito facile quello del neo direttore generale che dovrà rimettere a posto un bel po' di cose all'interno dell'Azienda sanitaria e per farlo dovrà dimostrare anche indipendenza dalla politica che per ragioni di consenso tende naturalmente a nascondere gli inciampi sotto al tappeto piuttostoché tirarli fuori e ed eliminarli.

 

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?