ITALIA: IN UN ANNO -664MILA POSTI DI LAVORO

Economia E Lavoro
| 19 febbraio 2021

Trento, 19 febbraio 2021 - In un anno il Covid si è portato via 664.000 posti di lavoro. Lo rileva l'Inps nell'Osservatorio sul precariato mettendo a confronto i posti di lavoro di novembre 2019 con quelli di novembre 2020. Nel corso degli undici mesi dello scorso anno le assunzioni nel privato sono state 4.755.000 (-30% sullo stesso periodo del 2019). Il calo ha riguardato soprattutto i contratti a termine. Le cessazioni nello stesso periodo sono state 5.051.000 (-20%). La variazione netta da gennaio a novembre 2020 è stata negativa per 295.696 posti di lavoro.  

Sono aumentati i rapporti di lavoro stabili, tutelati dal blocco dei licenziamenti, mentre sono crollati quelli a termine e stagionali. Sempre nei primi 11 mesi del 2020 ci sono stati 243.769 rapporti di lavoro a tempo indeterminato in più rispetto allo stesso periodo del 2019. Ma sono precipitati quelli precari. Nello stesso periodo di tempo questi ultimi hanno subito una riduzione di 263.902 unità (121.913 contratti stagionali, 80.217 di somministrazione e 76.970 intermittenti), un duro colpo per l'economia del Paese e per la compagine sociale.
 

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?