UN PENSIERO A TUTTE LE DONNE PER UN 8 MARZO DI CAMBIAMENTO

Ricorrenze
| 8 marzo 2021

Trento, 8 marzo 2021 - La pandemia è stata un duro colpo per tutti. Lo è stato in particolare per le donne alle quali è stato richiesto un sacrificio maggiore nella conciliazione fra le esigenze della vita familiare e quelle del lavoro al punto che molte il lavoro lo hanno addirittura perso. Per tante il lockdown è stato occasione di violenza fisica e psicologica per la convivenza coatta in spazi angusti con uomini senza scrupoli. Non sono mancati neanche in Trentino tragici casi di femminicidio, a testimonianza di una tendenza cui non è esente neppure il nostro territorio e che sembra sottovalutata da parte delle istituzioni provinciali e nazionali che la relegano a pochi casi sporadici anziché farne la ragione per attivare politiche di cittadinanza attiva per accrescere la consapevolezza del problema nell'opinione pubblica. Sono anni di crisi e di disagio, ma questa non è una buona ragione perché a farne le spese siano troppo spesso le donne, fra l'indifferenza dei più o la retorica di chi pensa che basti una panchina rossa per mettere a posto le cose o tacitare le coscienze. Non rassegnamoci al cinismo di un mondo che ritiene questi episodi come un fenomeno fisiologico e marginale. È il segnale di un cancro che divora le fondamenta del tessuto sociale e che si va propagando. Rendere omaggio alle donne oggi, significa allora impegnarsi, anche come sindacato, per introdurre elementi di vantaggio nel mondo del lavoro e delle isituzioni che riequilibrino un "gender gap" che gli eventi stanno drammaticamente ampliando e che diventa sempre più terreno di coltura per discriminazioni e violenze.

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?