RINNOVO CONTRATTO AUTONOMIE LOCALI? SOLO CON LE PROGRESSIONI

Autonomie Locali
| 2 maggio 2022

Trento, 2 maggio 2022 - Deludente seduta in Apran per il rinnovo del contratto delle Autonomie Locali. Mentre le Amministrazioni sarebbero disponibili ad un accordo stralcio per distribuire con il mese prossimo gli arretrati dal primo gennaio - con aumenti che mediamente si assesterebbero intorno ai 90 euro al mese - nessuna garanzia arriva in ordine alle progressioni orizzontali, ovvero il meccanismo di progressione economica nel corso della carriera dei lavoratori, per le quali le risorse, pur derivanti dai pensionamenti, non sono stanziate in bilancio con questa finalità.
Apran non è disponibile a sottoscrivere nessun impegno senza il via libera della Giunta provinciale. “Solo a fronte di tali garanzie - afferma il segretario generale Maurizio Valentinotti - Fenalt sarebbe disponibile a sottoscrivere un accordo stralcio per distribuire subito i soldi degli aumenti contrattuali ai lavoratori”.
“In conclusione - prosegue Valentinotti - si è concordato di chiedere immediatamente un incontro con la Giunta, alla presenza di Apran, per avere tutte le garanzie del caso, evitando di perdere ulteriore tempo a distribuire le risorse di cui i lavoratori hanno estremo bisogno”.
Fenalt ritiene che sia necessario raggiungere l'obiettivo di assicurare una fascia economica in termini di progressioni orizzontali a tutti i lavoratori che hanno raggiunto i requisiti di anzianità. “Questo resterà un obiettivo fondamentale” conclude Valentinotti, che ricorda anche come lo stato di agitazione sia ancora in corso e “non è escluso che i lavoratori ci chiedano di tornare in piazza a manifestare quello che oggi sta diventando un grave disagio”.
 

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?