RINNOVO CONTRATTO SANITA': SIAMO ALLO STALLO

Sanità
| 19 maggio 2022

Trento, 19 maggio 2022 - Il rinnovo del contratto sanitario sembra giunto ad un punto di stallo. Tutte le sigle sindacali al tavolo, in maniera unitaria, hanno contestato la «incomprensibile chiusura della Giunta provinciale e dell'Apran sul tema delle decorrenze per le progressioni economiche» di tutto il personale, finanziate dal fondo sanitario, e quindi con risorse dei lavoratori. A manifestare il malcontento sono i segretari generali Luigi Diaspro per Fp Cgil, Giuseppe Pallanch per Cisl Fp, Giuseppe Varagone per Uil Sanità, Paolo Panebianco per Fenalt e Cesare Hoffer per Nursing Up. La discussione è proseguita su incentivi Covid, indennità per le professioni sanitarie e socio-sanitarie e aumento tabellare incrementato, ma è arenata sulla decorrenza delle progressioni. Le organizzazioni sindacali si sono dichiarate indisponibili a firmare qualsiasi accordo che non preveda la decorrenza delle progressioni economiche a partire dal primo gennaio 2022. I sindacati hanno chiesto un aggiornamento, sollecitando il presidente Fugatti. Senza riposte adeguate è già stato annunciata una possibile mobilitazione del personale.

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?