APSP VANNETTI: CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DEL DIRETTORE

Case Di Riposo
| 18 settembre 2023

Trento, 18 settembre 2023 - Fenalt ha convocato questo pomeriggio l'assemblea sindacale dei lavoratori impiegati nelle tre strutture dell'Apsp Vannetti di Rovereto.
Da tempo, come è noto, la situazione organizzativa è compromessa dalla carenza di personale, ma a maggio il Sindacato aveva rinunciato ad organizzare un sit-in di protesta - cui avrebbero aderito anche gli ospiti delle residenze - per dare all'amministrazione tempo per intraprendere azioni migliorative, azioni che, secondo Fenalt, non si sono ancora viste.
A margine dell'incontro di questo pomeriggio Robero Moser (in foto), responsabile area Apsp di Fenalt, esprime l'insoddisfazione sua e dei lavoratori: "Ad oggi non c’è stato nessun miglioramento, anzi, possiamo parlare di una situazione stagnante, se non in peggioramento. Tutti sappiamo che la carenza infermieristica esiste, ma alla Vannetti troviamo anche una carenza di Operatori socio sanitari e, se è stato fatto un concorso per OSS, conclusosi questa settimana, non possiamo non osservare che siamo in fortissimo ritardo perché la situazione era prevedibile. Neppure le due coordinatrici, per cui è stato fatta un'apposita selezione, hanno ancora preso servizio. Siamo stanchi di questa inerzia che compromette la qualità del lavoro e dell'assistenza".
Il concorso per infermieri organizzato tempo fa da Apss ha visto un'ampia partecipazione di personale delle case di riposo, attratto dalle migliori condizioni lavorative: "Oggi abbiamo 10 infermieri che stanno aspettando la chiamata dall'Apss, dopo avere vinto il concorso, e 2 infermieri che se ne sono già andati. Non è ammissibile che ci sia questa concorrenza sul territorio: per superarla occorre un contratto sanitario anche per le case di riposo che col tempo sono diventate cliniche per lungodegenti"
Moser lamenta che le richieste avanzate dal tavolo di miglioramento, cui partecipano anche i lavoratori, sono state ignorate: "La Direzione è andata avanti a senso unico e il tavolo è stato istituito solo per far tacere il sindacato. Ma come si sa prima o poi i nodi vengono al pettine".
L'assemblea dei lavoratori della Vannetti ritiene che ormai si sia incrinato il rapporto di fiducia con la direzione: "Non solo oggi ci troviamo costretti a rinnovare l'idea di un sit-in di protesta, ma chiediamo anche le dimissioni del direttore, dott. Massimiliano Colombo". 
Fenalt si riserva di comunicare a breve le date della protesta.
 

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?