CONSIGLIO COMUNALE A TRENTO: CASE DI RIPOSO

Case Di Riposo
| 20 gennaio 2024

Trento, 20 gennaio 2023 - Il tema delle case di riposo trentine è sempre alla ribalta delle cronache. La crisi che il sistema sta attraversando, e che è determinata da fattori demografici (invecchiamento della popolazione), professionali (carenza di infermieri e operatori), gestionali (incapacità delle strutture di realizzare economie di scala, cogestioni, di adottare contratti competitivi), è frequentemente oggetto del dibattito politico. Si apprende dai quotidiani che in Consiglio comunale a Trento è stata presentata una interrogazione nel merito che reca alcuni interessanti dati: gli over 75 a Trento a fine 2022 erano 14.491, pari al 12,3% della popolazione, nel 2030 saranno in proiezione 16.795 (12,9%) e nel 2040 20.894 (16,5%). Inoltre l'8% dei 119.000 ultrassessantacinquenni trentini (22% della popolazione) cioè circa 9.500 persone, sono disabili o non autosufficienti. Di questi 4.500 sono ospitati nelle case di riposo e tutti gli altri sono assistiti da familiari o badanti, usano servizi domiciliari o vivono da soli senza contatti. Insomma migliaia di persone che avrebbero bisogno di assistenza continua, come dimostra la lista di attesa chilometrica per entrare in casa di riposo. Per ovviare ad una situazione che è comune anche ad altri territorio in Consiglio comunale si è fatto l'esempio del Land Tirolo che ha programmato di costruire una nuova casa di riposo ogni anno. Inoltre si è chiesto - come del resto Fenalt fa da tempo anche per altre strutture - di organizzare per la Civica di Trento una migliore assistenza con la copertura di un medico anche nelle ore notturne.

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?