SANITA': UN TETTO AI COMPENSI DEI GETTONISTI

Sanita'
| 17 febbraio 2024

Trento, 17 febbraio 2024 - La giunta regionale veneta ha imposto un tetto ai compensi dei medici gettonisti (80 euro l'ora), mentre l'assessore Mario Tonina ha deciso di ridurre la tariffa oraria dei gettonisti in Trentino a 96 euro. L'anno scorso, per coprire i turni nei punti nascita degli ospedali, i ginecologi e pediatri gettonisti ricevevano 108 euro all'ora, suscitando polemiche. Tonina ha chiesto unificare la tariffa a 96 euro, sottolineando l'importanza di professionisti dipendenti anziché gettonisti. L'uso dei gettonisti è diffuso in tutta Italia per la scarsità di personale, ma genera disaffezione tra i dipendenti e disagi per i pazienti. Il Veneto ha deciso di limitare i compensi dei gettonisti, rischiando di aggravare la carenza di personale. Il tetto stabilito è inferiore ai compensi correnti in Trentino. Secondo i sindacati, la presenza di gettonisti è alta, soprattutto nei pronto soccorso. Da un'analisi dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) è emersa una spesa colossale di 1,7 miliardi di euro nel corso degli ultimi cinque anni per la fornitura di personale medico ed infermieristico a gettone nelle strutture nazionali. In testa Lombardia. I dati del Trentino non compaiono, ma dall'Anac sappiamo che fra il 2029 e il 2023 la nostra provincia ha speso per queste figure 12milioni e 430mila Euro.

Vuoi usufruire dei servizi offerti da FENALT?